gioco.trasformazione.gruppo(1)
Cristina Piovesana
Il Gioco della Trasformazione
3 marzo 2019
Convocazione Assemblea associativa
23 marzo 2019

Anna Maria Carbone
Comunicazione
Non Violenta

Anna Maria Carbone

Comunicazione Non Violenta

Anna Maria Carbone

 

Laboratorio pratico

25-26 maggio 2019

UDINE

Costo 120,00 euro (100,00 se ci si iscrive inviando una caparra di 30,00 euro entro il 25 aprile)

Massimo 20 partecipanti

Prima di bonificare la caparra accertatevi che ci sia disponibilità di posti inviandoci una mail a info@taocrescitainteriore.it

 

Seminario di approfondimento

13-14 aprile 2019

UDINE Hotel Ramandolo, Via Forni di sotto, 27. Possibilità di pernottamento. Orari sia sabato che domenica 10.00-18.00

Possono partecipare anche quanti non hanno fatto il seminario base, leggendo uno dei libri riportati a piè pagina

Programma:

-Riepilogo dei passaggi della Comunicazione Non Violenta

-La CNV nelle relazioni di coppia

-Educazione che arricchisce la vita: CNV con i bambini

-CNV al lavoro

Vi invitiamo a leggere il programma cliccando sulla voce del menù a tendina ‘seminario di approfondimento’

Costo: 100,00 euro (o 80,00 se vi iscrivete inviando una caparra di 30,00 euro entro il 20 marzo)

Prima di bonificare la caparra accertatevi che ci sia disponibilità di posti inviandoci una mail a info@taocrescitainteriore.it

 


Causale bonifico: ‘Laboratorio Comunicazione Non Violenta’ a Udine + nome e cognome'

Associazione Tao Crescita Interiore 
Iban: IT58W0200812304000104080909 
Unicredit Agenzia Udine Viale Volontari della libertà

NOTA BENE: ai laboratori pratici si può partecipare anche senza aver seguito il seminario base, a patto si abbia un'infarinatura generale, perché le giraffe vanno incoraggiate :-)

Si consiglia di leggere almeno uno dei seguenti libri di Marshal Rosenberg:

'Le tue parole possono cambiare il mondo. Come l'empatia ci aiuta a costruire la pace'

'Le parole sono finestre (oppure muri). Introduzione alla comunicazione non violenta'

'Il cuore del cambiamento sociale'

Anna Maria Carbone

Ha un MBA in Communication Sciences, è stata manager ed attualmente è consulente e formatrice sulle dinamiche relazionali per la gestione dei conflitti e la mediazione.

E’ Facilitatrice e Mediatore accreditata al Ministero di Grazie e Giustizia.

Ha pubblicato il saggio “Costruire lempatia: intelligenza emotiva, comunicazione ecologica e non violenta per la mediazione” nel volume “La giustizia sostenibile” Ed. Aracne - 2012.

Da oltre 20 anni studia e sperimenta la floriterapia di Bach ed ha conseguito due livelli di specializzazione al Bach Centre di Mount Vernon. Ha integrato il suo percorso con studi approfonditi di Bioenergetica, Alchimia, Cabala e Tarocchi.

Ha imparato una tecnica sciamanica potentissima per pulire i campi energetici ed integrare l'ombra che utilizza da diversi anni su di sé e sulle persone che glielo chiedono.

Si rivolgono a lei persone che vogliono risolvere questioni esistenziali vecchie e nuove, persone che vogliono essere accompagnate e sostenute nell'attraversare circostanze, situazioni e problemi fisici impegnativi o persone che, stando bene, desiderano stare meglio.

Laboratori esperienziali sulla Comunicazione Non Violenta

I Laboratori esperienziali sulla Comunicazione Non Violenta sono la logica prosecuzione del lavoro introdotto con i seminari.

E’ fin troppo evidente a tutti noi quanto l’essere cresciuti in un mondo “sciacallo” ci abbia allontanato dalla nostra naturale tendenza alla compassione e all’empatia tipiche della “giraffa”.

In queste giornate avremo l’occasione di mettere in pratica, a partire da episodi tratti dalla nostra vita quotidiana, l’approccio sviluppato da Marshall Rosenberg e sperimentato con successo in ogni tipo di situazione , compresi i conflitti gravi e le guerre,

Avremo anche modo di approfondire metodi e tecniche utili a facilitare l’acquisizione della Comunicazione Non Violenta come modello di base nelle nostre relazioni.

In particolare approfondiremo:

come si fa ad ascoltare veramente noi stessi e gli altri,

come esplorare i sentimenti,

come distinguere i bisogni dai desideri,

come accogliere le critiche e i complimenti in modo costruttivo,

come fare richieste senza pretendere,

come gestire le emozioni distruttive,

come entrare in empatia rimanendo se stessi.

Seminario 13-14 aprile 2019

Luogo da definirsi (probabilmente a metà strada tra Gorizia e Trieste).

 

Il seminario è articolato 2 giornate di 7 durante cui all’illustrazione teorica degli argomenti seguirà, compatibilmente con il numero dei partecipanti, la condivisione e l’esplorazione di esempi attinenti alla vita quotidiana di ciascuno. Il pomeriggio delle seconda giornata sarà interamente dedicato alla pratica.

Programma:

Riepilogo dei passaggi della Comunicazione Non Violenta

Osservazione sena giudicare

Esprimere i sentimenti

Esprimere i bisogni

Impariamo a chiedere

Empatia verso se stessi e verso gli altri

La CNV nelle relazioni di coppia

Le 4 domande di Rosenberg

Confrontarsi o litigare?

I giochi di ruolo

Uscire dai ruoli

Amare ed essere amati

Educazione che arricchisce la vita: CNV con i bambini

Promuovere la cultura della cooperazione

Essere responsabili o colpevoli?

Ho sbagliato o ho imparato?

Misurare con il cuore

CNV al lavoro

Viene prima il ruolo o la persona?

Aspettativa o prestazione?

Dare ordini o cooperare?

Quando vincono tutti

Comunicazione Non Violenta

A chi non è successo di esprimere qualcosa e di aver ottenuto dall’altro atteggiamenti di chiusura o addirittura di attacco? Quando qualcuno ci parla ci sentiamo aggrediti e reagiamo senza capire o perché questo succeda? Siamo proprio sicuri di non aver innescato inconsapevolmente meccanismi violenti?

Fin da piccoli siamo stati educati a compiacere gli altri e a reagire obbedendo per paura di un castigo o per ricevere un premio ed essere accettati ed amati, oppure ribellandoci e litigando. Abbiamo sviluppato le nostre capacità di comprensione intellettuale ma non le capacità di comprensione emozionale. Il risultato è che siamo separati da noi stessi, dai nostri sentimenti e bisogni.

Tutto ciò ci porta a comunicare con una inconsapevole violenza sottile, fatta di sarcasmo e di parole che implicano un giudizio, ad usare il linguaggio da sciacallo che produce spesso risultati opposti ai nostri reali obiettivi. Su scala collettiva questo modo di comunicare produce l’aumento della solitudine, dell’incomprensione, della mancanza di relazioni profonde e di paura dell’altro da cui discendono atteggiamenti di rifiuto, integralismo e razzismo.

La Comunicazione Non Violenta è un metodo creato da Marshall Rosenberg, amico e collaboratore dello piscologo umanista Carl Rogers, che ha lavorato per oltre 40 anni in situazioni di guerra o di conflitto grave in tutto il mondo. Rosenberg era convinto della fondamentale bontà degli esseri umani e ha speso la sua intera vita ad aiutare le persone a ritrovare la capacità innata di donare spontaneamente, di vivere felicemente connessi all’”Amata Energia Divina” e di cooperare invece che competere.

Questo metodo, che ha ideato e sperimentato con successo nel corso della sua carriera, è utile in tutti gli ambiti della vita: lavorativo, familiare, educativo,

Argomenti del seminario

  1. Introduzione alla Comunicazione Non Violenta
    • chi era Marshall Rosenberg
    • le origini della CNV
    • gli step della CNV
  1. Osservare senza valutare
  • giudizi e pregiudizi
  • profezie che si autoavverano
  • la nobile arte di sospendere il giudizio
  1. Individuare ed esprimere i sentimenti
  • azione e reazione
  • sentimenti ed emozioni
  • essere responsabili di ciò che si sente
  1. Assumersi la responsabilità dei propri sentimenti
  • riconoscere e gestire i sentimenti negativi
  • bisogni e desideri
  • contattare il bisogno senza paura
  1. Imparare a chiedere
  • chiedere vs pretendere
  • chiedere in modo consapevole
  • formulare richieste realistiche
  1. Il potere dell’empatia
  • empatia verso gli altri
  • empatia verso se stessi

Al termine dell’esposizione teorica verranno proposti degli esercizi mirati su ciascuna delle fasi del metodo. Il laboratorio esperienziale consentirà, quindi, di implementare da subito tutti i passaggi utili a mettere in pratica,